Ayala

Published on febbraio 27, 2018 by admin

Filed under Produttori e marchi

Last modified febbraio 27, 2018

Print this page

rate 1 star rate 2 star rate 3 star rate 4 star rate 5 star
Your rating: none, Average: 0 (0 votes)

This article have been viewed 688 times

Champagne_Ayala_Ezio_Falconi_wikichampagne

N. M.

Champagne Ayala

Hervé Augustin Président Directeur Général

Boulevard du Nord 2

TÉL : 03.26.55.15.44 – FAX : 03.26.51.09.04

51160 Ay

 

Numero medio di bottiglie commercializzate in un anno: 800.000
Approvvigionamento: 100% da Recoltants.
LA GAMMA DEI VINI

  • Champagne Ayala
  • Champagne Montebello

 

Champagne Ayala Brut Majeur
Assemblaggio: 40% Chardonnay, 40% Pinot Noir e 20% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2014 in aggiunta ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e 3 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 7 g/L.

Champagne Ayala Brut Nature Zéro Dosage
Assemblaggio: 40% Chardonnay, 40% Pinot Noir e 20% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2014 in aggiunta ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e 3 mesi di riposo dopo la sboccatura.  Dosaggio della liqueur: 0 g/L.

Champagne Ayala Brut Blanc de Blancs Millésime 2010
Assemblaggio: 100% Chardonnay di cui il 50% raccolti nei vigneti di Mesnil-sur-Oger, il 25% nei vigneti di Cramant e il 25% nei vigneti di Chouilly, villaggi classificati Grands Crus della Côte des Blancs, tutti della vendemmia selezionata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. 72 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3-6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 6 g/L.

Champagne Ayala Brut Rosé Majeur
Assemblaggio: 50% Chardonnay, 40% Pinot Noir e 10% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2014 in aggiunta ad una percentuale del 20% di vini di riserva delle vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Rosé ottenuto per assemblaggio con un 6% di Pinot Noir di Mareuil sur Aÿ vinificato in rosso. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e 3 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 7 g/L.

Champagne Ayala Brut Perle d’Ayala Millésime 2006
Assemblaggio: 80% Chardonnay raccolti nei vigneti di Mesnil-sur-Oger, Cramant e Chouilly e 20% Pinot Noir raccolti nei vigneti classificati Grands Crus della Montagne de Reims, entrambi della vendemmia succitata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 84 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 6 g/L.

Champagne Ayala Brut Millésime 2007
Assemblaggio: 20% Chardonnay raccolti nei vigneti di Mesnil-sur-Oger, Oger e Avize e 80% Pinot Noir raccolti nei vigneti di Mareuil sur Aÿ e Aÿ, entrambi della vendemmia selezionata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 84 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur : 6 g/L.

Champagne Ayala Perle d’Ayala Nature Millésime 2004
Assemblaggio: 80% Chardonnay raccolti nei vigneti di Mesnil-sur-Oger, Cramant e Chouilly e 20% Pinot Noir raccolti nei vigneti classificati Grands Crus della Montagne de Reims, entrambi della vendemmia succitata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 84 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 0 g/L.

Champagne Ayala Cuvée Rosé N.8
Assemblaggio: 51% Chardonnay di Rilly la Montagne e 49% Pinot Noir di Verzy, Aÿ e Vervenay, antrambi della vendemmia 2008 in aggiunta ad una percentuale del 20% di vini di riserva di otto vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Rosé ottenuto per assemblaggio con un 5% di vini rossi di Mareuil sur Aÿ. Minimo 72 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 8 g/L.

 
La casa fu fondata nel 1860 da Edmond d’Aya1a, figlio di un diplomatico colombiano, che sposò Gabrielle d’Albrecht, nipote del visconte di Mareuil. Par­te della dote di Gabrielle fu un vigneto di Mareuil, classi­ficato al 99 per cento nella scala di qualità, tuttora di pro­prietà di questa grande marca indipendente. Nel 1898 la Maison Ayala viene costituita in nome collettivo: Ayala & CO., per una durata di 10 anni, tra Edmond, suo fratello Fernand ed i suoi tre figli: Louis, Victor ed Henry. Il 2 giugno 1908, essendo deceduti sia Edmond sia il fratello Fernand, viene costituita una nuova società a nome collettivo formata dai tre fratelli. La rivolta dei vignaioli del 1911 fu quasi fatale per la giovane Maison Ayala. Dopo il disastro della filossera e la catastrofica vendemmia del 1910, i vignaioli piombano in una schiacciante miseria. La Maison viene totalmente distrutta, per essere poi ricostruita da un noto architetto, riprendendo così un aspetto spettacolare nel 1913. superati i disagi della prima guerra mondiale e la crisi mondiale degli anni ’30, nel 1934 la Maison Ayala viene venduta alla banca britannica Guinness, per essere successivamente acquistata da René Chayoux, figlio di un negoziante di vini di Epernay. René Chayoux si sacrifica senza limiti alla  sua professione, discreto, brillante ed eccellente oratore, viene eletto Presidente dell’Union des Grandes Maisons de Champagne e co-Presidente contemporaneamente del Comité Interprofessionnel du vin de Champagne (CIVC) fondato nel 1941. Proprio al CIVC nota la personalità eminente di Jean Michel Ducellier. La fiducia e la stima che René Chayoux portava a Michel Ducellier, suo collaboratore dal 1948, lo portarono a decidere di designarlo suo successore a capo dei suoi affari e del suo patrimonio. Dal 1968 Jean Michel Ducellier ha presieduto le sorti dello champagne Ayala con amore e lungimiranza. La Maison Ayala, a carattere familiare, è una delle rare Maison indipendente. Ne rimarrà a capo sino al 1995, e sarà sempre ricordato come colui che favoriva innanzitutto l’interesse generalesu quello personale. Nel 2000, il gruppo finanziario della Champagne, animato da Jean Jacques Frey, riprende la Maison dalle mani di Alain Ducellier, figlio di Jean Michel. Il 31 gennaio 2005, la società Familiare Jacques Bollinger, conquistata per la qualità dei vini, acquisisce la Maison Ayala. Il Gruppo Bollinger vuole rendere alla maison Ayala la posizione di prestigio che un tempo occupava. Hervé Augustin, “champenois” di razza, passato dalle Maison Laurent-Perrier, Castellane e Bollinger, ne assicura oggi la direzione.
La Maison Montebello fu fondata nel 1834 nello Château de Mareuil-sur-Ay dal duca di Montebello, figlio del maresciallo Lannes, generale di Napoleone. Di proprietà della Ayala, dal 1994, non più grande marque. L’azienda è sita in Rue Sadi Carnot a Mareuil sur Ay.

Lascia un commento o suggerisci una modifica