Aubry Fils

Published on dicembre 12, 2018 by admin

Filed under Produttori e marchi

Last modified dicembre 12, 2018

Print this page

rate 1 star rate 2 star rate 3 star rate 4 star rate 5 star
Your rating: none, Average: 5 (1 votes)

This article have been viewed 413 times

Champagne_Aubry_Fils_Ezio_Falconi_wikichampagne

R. M.

S. C. E. V.  L. Aubry Fils

Pierre e Philippe Aubry

Grande Rue 6

TÉL : 03.26.49.20.07 – FAX : 03.26.49.75.27

51390 Jouy-lès-Reims

 

Ettari vitati coltivati di proprietà : 16,50 frazionati in 60 parcelle tra la Vesle e l’Ardre, microcosmo della Montagne de Reims.

 

Numero medio di bottiglie commercializzate in un anno: 100.000

 

LA GAMMA DEI VINI

  • Champagne Aubry
  • Champagne L. Aubry Fils
  • Champagne Dejouy

 

Champagne L. Aubry Fils Brut Classique

Assemblaggio: 20% Chardonnay, 20% Pinot Noir e 60% Pinot Meunier, tutti raccolti nei vigneti di proprietà di Villedommange, Pargny, Jouy-lès-Reims e Coulommes-La-Montagne della vendemmia 2015 uniti a vini di riserva di due vendemmie precedenti. Selezione della cuvée al pressoir. La fermentazione alcolica dei vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Da 18 a 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 2-3 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 6 g/L.

Champagne Aubry Brut Cuvée Aubry de Humbert Millésime 2008

Assemblaggio: 1/3 Chardonnay, 1/3 Pinot Noir e 1/3 Pinot Meunier, tutti raccolti nei vigneti di proprietà di Villedommange, Pargny e Jouy-lès-Reims della vendemmia succitata. Selezione della cuvée al pressoir. La fermentazione alcolica dei vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 60 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 4 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 6 g/L.

Champagne Aubry Fils Brut Tradition Ivoire & Ébène Millésime 2012

Assemblaggio: 70% Chardonnay e 30% Pinot Meunier, provenienti da due distinte parcelle di proprietà situate nei dintorni di Jouy-lès-Reims, entrambi della vendemmia selezionata. La fermentazione alcolica dei due vini avviene separatamente in legno per 9 mesi. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 48 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 4 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 4 g/L.

Champagne L. Aubry Fils Cuvée Le Nombre d’Or Campanae Veteres Vites Millésime 2013

Assemblaggio: 10% Chardonnay, 15% Pinot Noir  5% Pinot Meunier, 30% Petit Meslier, 10% Arbanne, 29% Fromen­teau e 1% Enfumé, tutti raccolti nei vigneti di proprietà di Villedommange, Pargny e Jouy-lès-Reims della vendemmia selezionata. Selezione della cuvée al pressoir. La fermentazione alcolica dei vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Da 48 a 60 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 4 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 5 g/L.

Champagne L. Aubry Fils Cuvée Le Nombre d’Or Sablé Blanc de Blancs Millésime 2012

Assemblaggio: 40% Chardonnay, 37% Petit Meslier e 23% Arbanne, tutti raccolti in un’unica parcella situata nei dintorni di Jouy-lès-Reims della vendemmia succitata. Selezione della cuvée al pressoir. La fermentazione alcolica dei vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 36 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 4 g/L.

Champagne Aubry Fils Brut Rosé Cuvée Classique

Assemblaggio: 60% Chardonnay e 40% Pinot Meunier, entrambi raccolti nei vigneti di proprietà di Villedommange e Jouy-lès-Reims della vendemmia 2013 in aggiunta ad una percentuale di vini di riserva della vendemmia precedente. La fermentazione alcolica dei due vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. alla Cuvée bianca prodotta viene aggiunta una percentuale del 15% di Pinot Meunier  da una vecchia vigna denominata Les Noues vinificato in rosso. 36 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo la sboccatura. Da 18 a 26 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 2-3 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 5 g/L.

Champagne Aubry Fils Brut Sablé Rosé Millésime 2013

Assemblaggio: 20% Chardonnay e 80% Pinot Meunier, provenienti da due distinte parcelle di proprietà situate nei dintorni di Jouy-lès-Reims, entrambi della vendemmia selezionata. Macerazione breve delle bucce del Pinot Meunier nel mosto prima della fase fermentativa. La fermentazione alcolica dei due vini avviene separatamente in legno. La vinificazione viene effettuata utilizzando la fermentazione malolattica. Minimo 36 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 2-3 mesi di riposo dopo la sboccatura. Dosaggio della liqueur: 4 g/L.

 

A Jouy-les-Reims, sulla piccola Montagne de Reims, Pierre e Philippe Aubry, discendenti da una stirpe di proprietari viticoltori, dal 1970 hanno intrapreso una vera apertura mentale decidendo di far rinascere gli antichi vitigni abbandonati, precedentemente coltivati in Champagne. Dotati di solide conoscenze e dell’esperienza acquisita dal padre, Pierre e Philippe hanno così vinto la loro scommessa: unire il classico all’originale. È una selazione di cuvée rare. La collezione riflette ancor di più lo spirito della Maison, una vera filosofia riassunta in pochi principi: rigore, rispetto delle tradizioni, originalità e creatività. Rigore dell’agronomo che privilegia la qualità dell’uva, rivolgendo l’attenzione al rendimento di ciascuna vigna; rigore dell’elaboratore che utilizza i migliori “attrezzi del mestiere” disponibili; rispetto delle tradizioni tramite un pressoir tradizionale, la selezione del “cuore della cuvée”,(l’estrazione della cuvée si effettua scartando i primi e gli ultimi succhi per ottenere il “cuore” della cuvée) e l’invecchiamento in botti; originalità di un cammino individuale che si pone contro tutte le standardizzazioni del vino di Champagne; creatività illustrata attraverso la ricerca archeologica dei vecchi vitigni, al fine di far rivivere i vini della fine del XVIII secolo per chi ama le bollicine vibranti.

Lascia un commento o suggerisci una modifica