Stéphane Fauvet

Published on giugno 22, 2021 by admin

Filed under Produttori e marchi

Last modified giugno 22, 2021

Print this page

rate 1 star rate 2 star rate 3 star rate 4 star rate 5 star
Your rating: none, Average: 4 (1 votes)

This article have been viewed 84 times

Champagne_Stéphane_Fauvet_Ezio_Falconi_wikichampagne.com

R. C.

Champagne Stéphane Fauvet

Stéphane Fauvet

Rue du bois du loup de Crogis 11

TÉL: 03.23.82.45.60

02400 Essômes-sur-Marne

LA GAMMA DEI VINI
Champagne Stéphane Fauvet
 
Champagne Stéphane Fauvet Brut Tradition
Assemblaggio: 25% Chardonnay, 5% Pinot Noir e 70% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2018 uniti ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Minimo 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Demi-Sec Tradition
Assemblaggio: 25% Chardonnay, 5% Pinot Noir e 70% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2018 uniti ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Minimo 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Brut Réserve
Assemblaggio: 16% Chardonnay, 4% Pinot Noir e 80% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2016 uniti ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Minimo 48 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Brut Rosé
Assemblaggio: 16% Chardonnay, 4% Pinot Noir e 80% Pinot Meunier, tutti della vendemmia 2018 uniti ad una percentuale di vini di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Alla Cuvée bianca prodotta viene aggiunta una percentuale del 18% di Coteaux champenois vinificato in rosso. Minimo 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Cuvée Alizé Millésime 2011
Assemblaggio: 28% Chardonnay, 17% Pinot Noir e 55% Pinot Meunier, tutti della vendemmia succitata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Minimo 84 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Brut Blanc de Blancs
Assemblaggio: 100% Chardonnay della vendemmia 2018 uniti ad una percentuale di Chardonnay di riserva di vendemmie precedenti. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Minimo 24 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 3 mesi di riposo dopo il dégorgement.
Champagne Stéphane Fauvet Cuvée Origine Millésime 2013
Assemblaggio: 20% Chardonnay, 23% Pinot Noir e 57% Pinot Meunier, tutti della vendemmia succitata. La fermentazione alcolica viene svolta in acciaio. La vinificazione viene effettuata con l’utilizzo della fermentazione malolattica. Sosta della cuvée in foudres di rovere francese da 25 hl prima dell’imbottigliamento. Minimo 60 mesi di soggiorno sui lieviti e almeno 6 mesi di riposo dopo il dégorgement.
 
Già a Essômes sur Marne nel 1860, e dopo 4 generazioni di viticoltori, Jules Victor Stéphanor Fauvet capì che la cultura della vite non bastava e che era necessario far conoscere i suoi vini bianchi dolci. Nasce Champagne Fauvet. Così, le generazioni successive, Narcisse Arthur Fauvet, poi Henri Stéphanor Hilaire Fauvet hanno perpetuato quest’arte vendendo la loro produzione ai commercianti di vino all’ingrosso e alle grandi case di Champagne. Solo negli anni ’70 Jacques, il ​​nonno, decise di commercializzare con il proprio nome. I genitori di Stéphane hanno preso il testimone negli anni ’90 con Champagne Fauvet Lemaire ed è con orgoglio e passione che continuiamo questa tradizione di famiglia iniziata da più di due secoli con Champagne Stéphane Fauvet. Per l’elaborazione del proprio patrimonio viticolo l’azienda si rivolge alla Coopérative Vinicole De La Vallée De La Marne (covama) di Château Thierry.

Lascia un commento o suggerisci una modifica